Anello in Stile Fiorentino

 1.350

Anello in Stile Fiorentino (oro 18 kt, argento 925, alessandrite ricostituita).

Eseguito a traforo e rifinito con incisione a bulino da Pestelli Creazioni

Disponibile

Categoria: Tag: , , , , , Product ID: 3633
Tax Free Shopping: for non-EU residents with shipping address outside Europe there are no purchase taxes (discounted price shown in the cart).

Descrizione

Anello in Stile Fiorentino (oro 18kt, argento 925, alessandrite ricostituita).

Lavorato a mano. Traforo su metallo con tipici motivi a foglie di acanto e gigli. Rifinito con incisione a bulino.

Misura anello: 16 (regolabile su richiesta).

Pietra: alessandrite (ricostituita)
L’alessandrite vanta il primato di essere la pietra preziosa più rara al mondo. La sua rarità è accentuata dalla capacità della gemma di cambiare colore in base alla luce. Attualmente, i giacimenti di alessandrite non sono ingenti e le antiche miniere degli Urali sono esaurite. La gemma deve il suo nome allo Zar Alessandro II perché i primissimi cristalli di alessandrite furono scoperti nel giorno del suo compleanno nel 1830, nelle miniere di smeraldo degli Urali.

Note storiche sullo stile fiorentino
Lo stile fiorentino più tipico prevedeva l’argento e l’oro giallo. E’ nato in un periodo indefinito in cui ancora la lega dell’oro bianco non esisteva. Tutta la grande gioielleria, fino ai primi del Novecento prevedeva come metallo bianco o il platino o l’argento. Si è largamente diffuso a Firenze sul finire dell’Ottocento grazie al recupero dello stile neo Rinascimentale che prevedeva stilemi tipici del classicismo greco (foglie di acanto, palme, girali). E’ uno stile che mette in risalto l’abilità dell’orafo che la esegue, specialmente nella tecnica del traforo e dell’incisione. Nel Novvecento è stata la base per lo stile “Buccellati” in cui i trafori si fanno più geometrici e minuti.

Fasi di lavoro dello stile fiorentino
1) La prima fase di lavoro è il traforo delle parti decorate con tipici motivi a girali, gigli e fogli di acanto. La lastra centrale dopo essere stata “segnata” con il motivo decorativo, viene da prima forata in corrispondenza delle aperture e poi traforata per aprire i giusti spazi.
2) Le lastre opportunamente preparate vengono saldate insieme (fianchi e parte centrale) e provviste dei castoni per le pietre.
3) Tutto l’anello viene inciso a bulino per ravvivare e definire il decoro traforato e vengono aggiunte le pietre.

Handmade in Florence, Italy

Ti potrebbe interessare…